FANDOM


Cari tutti, per quanto il documento privato sia meno formalizzabile di quello pontificio, ho tentato di individuare delle sottosezioni all'interno delle tre canoniche (PROTOCOLLO, TESTO, ESCATOCOLLO) al fine di rendere meno terrificante la lettura e sopratutto la comprensione dei documenti.

Prendendo come esempio la tavola 17, ho cercato di capire di cosa parlino le sottosezioni. Per me la difficoltà maggiore è sciogliere le abbreviazioni della parte finale, quella relativa alle garanzie, perchè per farlo correttamente è necessario conoscere il valore logico della parola in questione all'interno della frase.

So che qualcuno di Voi è uno degli Eletti per i quali il latino è una passeggiata di salute: se volesse condividere la traduzione testuale (non a occhio e croce come farei io) della tavola, può ben farlo e ne avrà in cambio la ricoscenza di molti vita natural durante.

Tav 17

PROTOCOLLO

Signum Crucis. In n(omine) d(omi)ni. Anno quinto d(omi)ni gregori septimi papae Indic(tione) prima mensis februarii(genitivo) die duodecima

TESTO

(CHI FA COSA)

Ego quidem Guido de Vincilupo hac die nullo proibente nec contradicente propria mea volun(tate) in mon(asteri)o s(an)ct(orum) Chri(sti)Genitivo martirum Cosme et Damiani qui voc(atur) mica aurea irrevocabiliter vendo et trado

(COSA SI VENDE, DOVE è POSTO, PERTINENZE E CONFINI)

Idest totam meam portionem in in(tegrum) de prato culto et assolato quod habe(eo) in terzio, quod est coniucta et coadunata cum duobus alia partibus una videlicet v(e)st(ra) alia vero de h(ere)de carboni una cu(m) limitibus suis cum om(n)i suo uso et utilitate cum introiti et exiti suo et cu(m) om(n)ibus eide(m) p(er)tin(enti)b(us) pos(ita) foris portan portuense in p(re) dicto loco qui voc(atur) terzio

(REPETITA IUVANT: credo che voglia dire “te lo vendo cosi come mi è spettato per successione dai miei parenti o in altro modo”)

Qualiter ea michi competit per success(ionem) parentum meor(um) sive p(er) quemcu(m)que modo taliter de vob(is) concedo vendo et trado

(PREZZO)

Per quattuor videlicet sol(idos) ex den(ariorum) papiensium quas michi exinde dedit Falco S(an)ct(a)e Rom(anae) Ecc(les)ie Card(inal)i p(re)dic(ti) mon(aster)i rectori pro totio pretio

(GARANZIE: potete fare quello che vi pare voi i vostri servitori e chi se ne serve, garantisco che non ci saranno liti da parte mia, né  dei miei eredi o persona mandata da me, se manchiamo ai patti paghiamo il doppio del prezzo e questa carta rimarrà comunque valida)

Michique valde placabile in omnem veram decis(ionem) et ab odierna vitaque die licen(tiam) dispositionem hab(eatis) ibidem servitoribus vel introeundi et utendi fruendi poss(idendi) et  quicquid pro completio p(re) dic(to) mon(asteri)o volu(eritis) facendi et

numquam a me nec ab heredibus vel successoribus meis aut a nob(is) summissa alia pers(onam) exinde habe(atis) quaestiones aut litis calumnia

Quam si quod absit aliquomodo facere vel exscitare  presumpserit etiam opus aut necessite fuerit si eam nobis vestrique servitoribus non defenderimus aut non…….componere vobis pro pena ipsum pretium duplum et solutam pena quecumquelis exinde  proposita vel exscitata fuerit inanus omnino et exsistat et vacua et hec venditio firma permaneat.

ESCATOCOLLO

(SOTTOSCRIZIONI)

Quam rogatus sura scribere ego Gerardus scriniarius, in mense et indictione suprascripta prima. Signum  manus suprascripti Guidoni huius chartulae rogatoris. Arnolinus de Prefecto, testis. Cencius figulus, testis, Leo molinarius, testis, Leo pistore, testis, Johannes coco, testis, Ego Gerardus scriniarius sanctae Romanae Ecclesiae complevi et absolvi.

Alcune aggiunte e curiosità:che si vende?

Nell'agro romano frequentemente si vendono vinee, prati assolati, pediche di terra sementaricia, terra vacante; spesso insieme a vasche (legate al sistema produttivo del vino, per la premitura) mulini, casali, anche torri, in genere sono torri a controllo di corsi d'acqua minori come sull’Almone, nella valle della Caffarella, (li ce ne sono ben cinque).

Tra le tipologie di immobili in genere ci sono le diffusissime cripte (il termina indica in generale il riutilizzo di strutture romane, quindi ruderi) ,l’espressione sinino opera cohoperte o costructe si riferisce alla tipologia di copertura (vuol dire che hanno una copertura a volta, per esempio alcune parti del Colosseo utilizzate come stalle sono definite nei documenti cripte sinino opera cohoperte perchè riutilizzano gli ambulacri voltati dell’Anfiteatro).

Ci sono poi le domus che possono essere scandolicie(indica una copertura con tetto, probabilmente in legno), terrinee ( a un solo piano) o solarate (cioè a due piani), queste ultime sono più rare soprattutto nell’altomedioevo perché sono residenze per gente altolocata che in quel periodo, come si sa, scarseggia. Nella vendita delle case si fa abbastanza attenzione a dire che la vendita comprende a solo terre ad tecti (dal suolo al tetto), cum inferioria et superiora sua, e a volte ci sono anche le misure.

Riguardo alle pertinenze, spesso si parla di porticati, di orti o di domus cum casarino post ( o ante) se: ecco, il casarino, o casalino è il termine usato per riferirsi ad un lotto di terreno edificabile.

Se poi qualcuno di voi volesse scrollarsi di dosso la polvere dei documenti e andare di persona a vedere una di queste domus, basta fare due passi lungo Via dei Fori Imperiali: nell'altomedievo tutto il complesso dei Fori si trasforma in un grande orto e la gente ci costrusce dentro le proprie abitazioni, con marmi di riempiego e materiale di fortuna. In particolare questo succede nel Foro di Nerva, dove viene costruita una domus solarata con tanto di portico e in quello di Cesare, occupato invece dalle domus terrinee.

Beccatevi le foto 

Foro nerva002

Il foro di Nerva nell'altomedioevo

Casa altonedievale foro nerva (1) copia

Domus solarata del foro di Nerva

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.